Privacy Policy

home curiosità contest premi ricette

lunedì 25 febbraio 2019

Capresine Senza Burro e Zucchero a Colazione



Capresine senza burro e zucchero con l'unico potere addolcente dato da un cucchiaio di miele, preparate esclusivamente per mio marito diabetico e che stanco della solita colazione a base di pane e marmellata (ovviamente senza zuccheri) desiderava qualcosa di più appetibile. Ormai si è abituato al gusto non dolce, ma vi posso garantire che dopo l'assaggio, ho dovuto faticare per non divorarle tutte! Un profumo di mandorle e di cioccolato senza nulla che ne alteri il loro naturale sapore. ... e poi per chi sta a dieta direi che il massimo senza troppe privazioni. 😉
La ricetta è la stessa delle Capresine Aromatizzate al Caffè, ma senza caffè, ho ottenuto 12 capresine che ho congelato per consumarle al bisogno, bastano pochi secondi al microonde e sembrano appena sfornate






Ingredienti per 12 capresine
200 gr mandorle
125 gr cioccolato fondente
    1     cucchiaio di miele
105 gr olio di semi di girasole
150 gr uova (circa 3 uova di media grandezza)
    1     cucchiaio di cacao amaro
    1     fialetta aroma alla vaniglia
 1/2     bustina di lievito per dolci

Ho preparato innanzitutto tutti gli ingredienti, le 3 uova le ho battute in una ciotola per meglio poi incorporarle al cioccolato fondente sciolto. Le mandorle le ho tritate, un po' per volta, a bassa velocità, utilizzando il cacao previsto nella ricetta per assorbire l'olio che fuoriesce, vi ho aggiunto il lievito e messe da parte.
A bagno maria ho sciolto il cioccolato spezzettato, a fuoco spento ho aggiunto l'olio, il miele e l'aroma alla vaniglia, ho amalgamato il tutto con la frusta. Ho lasciato intiepidire il composto ed utilizzando sempre la frusta vi ho aggiunto un po' per volta, il battuto d'uovo, facendolo bene incorporare prima di aggiungerne la quantità successiva.
In ultimo ho aggiunto la farina di mandorle.
Ho versato l'impasto in uno stampo da muffin e infornato a 170° per 20' circa. Consiglio di fare sempre la prova stecchino non tutti forni sono uguali.

             

Curiosità
Il mandorlo appartiene alla stessa famiglia del pesco, le rosaccee, ed il suo seme, la mandorla è consumato tutto l'anno, ma fresche si trovano soltanto in primavera.
La mandorla è ricca di proteine contiene vitamine del gruppo B e vitamine E, magnesio, ferro, potassio, rame e fosforo e grassi insaturi.
Calorie per etto
fresche 578, secche 597
Per le sue proprietà altamente energetiche è consigliato nei momenti di stress fisico e mentale e come rinfrescante dell'intestino e della vescica.
Le mandorle amare, sono leggermente tossiche, perché contengono acido prussico, vengono utilizzate in medicina ed in profumeria, quelle dolci invece, sono versatili, per il loro utilizzo sia nella preparazione dei dolci che dei salati.
Nel Medio evo la mandorla divenne uno degli ingredienti più usati nella cucina di corte sia per la preparazione di cibi afrodisiaci che di filtri d'amore, perchè si riteneva che avesse reconditi poteri afrodisiaci.

8 commenti:

  1. Che buone Ros! Penso che se ci si abitua al “meno dolce” si sentano ancora meglio gli altri sapori. Un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si è vero ci si abitua ed il vantaggio e che si percepiscono tutti i sapori, io prendo il caffè amaro da 10 anni ne apprezzo l'aroma, lo zucchero come i dolcificanti ne alterano il gusto. Per fortuna è così altrimenti avremmo un mondo di depressi, me compresa ahahahah 😘

      Elimina
  2. Molto interessanti questa versione di capresine mi piace molto, grazie

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...